ItalianoEnglishрусский
facebook   linkedin
 

Busan 2015: "And the winners are ..."

martedì 20 ottobre 2015 - 15:40

biff2015

 

Il Festival Internazionale del Cinema di Busan (BIFF, precedentemente Pusan International Film Festival, PIFF), si tiene ogni anno a Busan (anche Pusan), Corea del Sud, ed è uno dei più importanti festival cinematografici in Asia.

Il primo festival, che si è registrato dal 13 al 21 settembre 1996, è stato anche il primo festival internazionale del cinema in Corea.

Il focus del BIFF è l'introduzione di nuovi film e registi, in particolare provenienti dai paesi asiatici. Un'altra caratteristica degna di nota è l'appello del festival per i giovani, sia per quanto riguarda il grande pubblico giovanile che attrae e attraverso i suoi sforzi per sviluppare e promuovere i giovani talenti.

Nel 1999, il Pusan Promotion Plan (ribattezzato progetto asiatico di promozione nel 2011) è stato istituito per collegare nuovi amministratori di fonti di finanziamento.

Il 16 ° BIFF nel 2011 ha visto il passaggio del festival ad una nuova casa permanente, il Centro cinematografico di Busan in Centum City.

Il 2 ottobre, il 20 ° Busan International Film Festival (BIFF) Cerimonia di premiazione si è tenuta al Grand Ballroom di Haeundae Grand Hotel. L'elenco completo dei vincitori del 20 ° Busan International Film Festival è il seguente:

 

-Best Picture - "The Shameless" (Director Oh Seung Wook)

-Best Director – Kwak Kyung Taek ("The Classified File")

-Yu Hyun Mok Film Arts Award – "Factory Complex" (Producer Kim Min Kyung)

-Buil Readers' Jury Award – "Ode to My Father" (Director Yoon Jae Kyun)

-Best Actor – Lee Jung Jae ("Assassination")

-Best Actress – Jeon Do Yeon ("The Shameless")

-Best Supporting Actor – Lee Kyung Young ("The Unfair")

-Best Supporting Actress – Moon JUNg Hee ("Cart")

-Best New Director – Hong Suk Jae ("Socialphobia")

-Best New Actor – Byun Yo Han ("Socialphobia") Best New Actress – Lee Yoo Young ("Late Spring")

-Best Screenplay – "The Unfair" (Kim Sung Jae and Son Ah Ram)

-Best Cinematography – "Sea Fog" (Hong Kyung Pyo)

-Best Music – "The Shameless" (Jo Young Wook)

-Best Art Direction – "Assassination" (Ryu Sung Hee).

 
 

Possono i film prendere spunto dalla realtà ed essere più interessanti ?

sabato 03 ottobre 2015 - 23:04

zff2015Entrambe le voci svizzere vincono premi quest'anno al ZFF 72 Film Contest. Al ZFF 72 i partecipanti hanno 72 ore per produrre un videoclip della durata di non più di 72 secondi. Il tema è dato dal Zurich Film Festival. Le clip dovrebbero essere un progetto pilota che costituirà la base di un canale su YouTube sul quale si intende quindi continuare a produrre e caricare i contenuti. Scelti da una giuria di esperti e dotati di CHF 5000, il "premio della giuria" va a STEPS (UNE HISTOIRE COMME LES AUTRES) di Jason Sereftug, Kevin Personeni e Danilo Neto dalla regione di lingua francese della Svizzera. Dotato di un premio in denaro di 4.000 franchi, il "premio degli spettatori" è stato scelto dal pubblico e conferito a MEIN ERSTES MAL / NICHT MAL LETZTES MAL di Silvan Giger e Zoe Pastelle dalla regione tedesca della Svizzera. Ai partecipanti sono state date 72 ore per creare una clip della durata di non più di 72 secondi in base al tema "La mia prima volta". Le voci sono provenienti da un totale di 22 paesi, tra cui Svizzera, Germania e Austria, ma l'elenco include anche Polonia, Romania, Brasile, Perù, Stati Uniti e Iran. Durante il periodo di 72 ore di votazioni online, il sito 72.zff.com ha registrato 488'000 visite da 93.000 visitatori unici. Un totale di 27.000 voti sono stati registrati. Le clip sono entrate in concorso e sono state valutate da una giuria di esperti e da parte della comunità on-line in tutto il mondo. Lo scopo del concorso è stato quello di incoraggiare e ispirare registi di tutti i tipi per raggiungere nuove vette creative per realizzare un film in 72 ore. Non più di 72 secondi della durata, ogni clip, che doveva servire come un teaser o un pilota per la futura canale YouTube, è stato composto in una galleria video disponibile per la consultazione sul sito web zff72.com. Anche se le voci dovevano aderire al tema "La mia prima volta", i partecipanti erano liberi di scegliere il genere dei loro clip. I due vincitori e nove principali candidati hanno la possibilità di visitare la YouTube Space di Berlino. La giuria di esperti incaricati per la classificazione delle voci è stata fatta da regista Michael Steiner, YouTuber e regista Sawyer Hartman, e Nico Lypitkas, docente di fusione / mezzi audiovisivi all'Università di Zurigo of the Arts.

 
 

Nasce un'attenzione nuova verso la storia del cinema?

mercoledì 23 settembre 2015 - 02:00

cinetecabologna

La "Cineteca di Bologna" insieme a "L'Immagine Ritrovata" ha ricevuto, dalla famiglia di Charlie Chaplin, il delicato compito di ricostruire l'intera opera che ha cambiato la settima arte.
Questo paziente lavoro è totalmente made in Bologna, sotto il diretto controllo di personale specializzato e di laboratorio.
La "Cineteca di Bologna" insieme a "L'Immagine Ritrovata" hanno fondato il Charlie Chaplin Archive: un catalogo e le informazioni sul sito ufficiale di e su molto personale e accuratamente conservati gli archivi personali e professionali di Charles Chaplin, dalla sua carriera sul palcoscenico inglese fino ai suoi ultimi giorni in Svizzera. Gli oltre 75 anni di documenti manoscritti e a stampa, fotografie e ritagli di stampa che abbracciano la carriera dell' uomo più universale del cinema rileveranno come ha prodotto, giocato e vissuto, ma soprattutto come lavorava. Fin dalle prime note scritte a mano di una linea di storia per le riprese del film stesso, tappa per tappa le prove documentali dello sviluppo di un film, o anche di progetti che non divennero mai film. Poesie, testi, disegni, programmi, contratti, lettere, riviste, souvenir di viaggio, libri di fumetti, fumetti. Lodi e critiche, bene e  male .... il vasto catalogo on-line alla fine li elenca tutti in modo da poter vedere e leggere i documenti.

 
 

Possono i film prendere spunto dalla realtà ed essere più interessanti ?

martedì 15 settembre 2015 - 16:04

lorenzovigas

 

I sudamericani hanno stravinto la 72 ° edizione del Festival Internazionale di Venezia Venice : il Leone d'Oro al venezuelano "Desde allá", il debutto di Lorenzo Vigas, e il Leone d'Argento a "El Clan" dell'argentinto Pablo Trapero. E ' stato profetico il direttore del festival Alberto Barbera quando aveva indicato il Sud America come l'incubatore di film più interessanti, con l'Oriente in discesa.

 

La Giuria del 72° Film Festival di Venezia, presieduta da Alfonso Cuarón e composta da Elizabeth Banks, Emmanuel Carrère, Nuri Bilge Ceylan, Hou Hsiao-hsien, Diane Kruger, Francesco Munzi, Pawel Pawlikowski e Lynne Ramsey aver visionato tutti i 21 film in concorso, ha deciso quanto segue :

 

Golden Lion for Best Film to: DESDE ALLÁ (FROM AFAR) by Lorenzo Vigas (Venezuela, Mexico)

Silver Lion for Best Director to: Pablo Trapero for the film EL CLAN (Argentina, Spain)

Grand Jury Prize to: ANOMALISA by Charlie Kaufman and Duke Johnson (USA)

Coppa Volpi for Best Actress: Valeria Golino in the film PER AMOR VOSTRO by Giuseppe Gaudino (Italy)

Coppa Volpi for Best Actor: Fabrice Luchini in the film L'HERMINEby Christian Vincent (France)

Marcello Mastroianni Award for Best Young Actor to: Abraham Attah in the film BEASTS OF NO NATION by Cary Joji Fukunaga (USA)

Award for Best Screenplay to: Christian Vincent for the film L'HERMINE by Christian Vincent (France)

Special Jury Prize to: ABLUKA (FRENZY) by Emin Alper (Turkey, France, Qatar)

 

LION OF THE FUTURE – "LUIGI DE LAURENTIIS" VENICE AWARD FOR A DEBUT FILM Lion of the Future –

"Luigi De Laurentiis" Venice Award for a Debut Film Jury at the 72nd Venice Film Festival, chaired by Saverio Costanzo and comprised of Charles Burnett, Roger Garcia, Natacha Laurent and Daniela Michel, has decided to award:

Lion of the Future – "Luigi De Laurentiis" Venice Award for a Debut Film to: THE CHILDHOOD OF A LEADER by Brady Corbet (United Kingdom, Hungary) (ORIZZONTI) as well as a prize of 100,000 USD, donated by Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis to be divided equally between director and producer

 

ORIZZONTI AWARDS The Orizzonti Jury of the 72nd Venice Film Festival, chaired by Jonathan Demme and composed of Anita Caprioli, Fruit Chan, Alix Delaporte and Paz Vega having viewed the 34 films in competition has decided to award: 

Orizzonti Award for Best Film to: FREE IN DEED by Jake Mahaffy (USA, New Zealand)

Orizzonti Award for Best Director to: Brady Corbet for THE CHILDHOOD OF A LEADER by Brady Corbet (United Kingdom, Hungary)

Special Orizzonti Jury Prize to: BOI NEON (NEON BULL) by Gabriel Mascaro (Brazil, Uruguay, The Netherlands) 

Special Orizzonti Award for Best Actor to: Dominique Lebornein the film TEMPÊTE by Samuel Collardey 

Orizzonti Award for Best Short Film to: BELLADONNA by Dubravka Turic (Croatia) 

 

Venice Short Film Nomination for the European Film Awards 2015 to: E.T.E.R.N.I.T. by Giovanni Aloi (France)

 

VENEZIA CLASSICI AWARDS The Venezia Classici Jury, chaired by Francesco Patierno composed of 25 students of Cinema History, chosen in particular from the teachers of 12 Italian Dams university programmes and from the Venice University of Ca' Foscari, has decided to award: 

Venezia Classici Award for Best Documentary on Cinema to: THE 1000 EYES OF DR. MADDIN by Yves Montmayeur (France) 

Venezia Classici Award for Best Restored Film to: SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA by Pier Paolo Pasolini (1975, Italy, France)

Golden Lion for Lifetime Achievement 2015 to: Bertrand Tavernier

Jaeger-LeCoultre Glory to The Filmmaker Award 2015 to: Brian De Palma

Persol Tribute Visionary Talent Award 2015 to: Jonathan Demme

L'oréal Paris per il Cinema Award to: Valentina Corti

 
 
Qual'è il trend che piace agli amanti del cinema? Storie reali ?
sabato 12 settembre 2015 - 15:23

mr.six_venice

Lao pao er (Mr. Six) del regista cinese Guan Hu è il film del Festival di Venezia 72 ° chiusura. La proiezione è in programma il 12 settembre alle 09:00 nel teatro Sala Grande del Palazzo del Cinema al Lido.

 

Il film è la storia di Mr. Six, un teppista della strada noto a Pechino, quando era giovane.

Dopo 30 anni, gli viene diagnosticata una malattia di cuore e vive da solo in una casa. Un giorno, suo figlio, Xiaobo, è preso da un gruppo di ragazzini ricchi dopo che li ha offesi. Infuriato dalle abitudini indisciplinati della banda, il signor Six chiama i suoi vecchi amici e prevede di applicare alcune tattiche vecchio stile per riprendere suo figlio.

Il tempo può avere ammorbidito il loro vantaggio, ma il fuoco nei loro cuori infuria ancora.

Non importa quanto il mondo cambia, un uomo deve sempre rimanere fedele alla personadentro di sè.

 

Il film è interpretato dall'attore Feng Xiaogang che è uno dei più carismatici e di successo del film cinese. E' produttore, regista, sceneggiatore e attore. E' anche considerato da alcuni critici il Steven Spielberg del cinema cinese.

Nel cast ci sono anche il cantante e attore Kris Wu cinese-canadese, uno dei più amati dalle giovani generazioni di cinesi e Zhang Hanyu, protagonista di molti film diretti da Feng Xiaogang stesso, ma anche attivo nel cinema di Hong Kong (con Tsui Hark e Peter Chan ).

 

Il Direttore Guan Hu ha commentato questo film: "Anni fa a Pechino, mi ricordo di come tutti vivessero in pace nonostante le risorse inadeguate. Da qualche parte in città, c'era sempre un custode della pace che preservava la tranquillità del quartiere. Ha protetto i residenti non solo dai facinorosi adolescenti, ma anche da qualsiasi estraneo dannoso. Se ne stava lì con un dolce sorriso sul suo volto, ottenendo il più caldo rispetto da tutti intorno a lui. Ma il tempo vola, ora sta rannicchiato in un angolo senza pretese di una strada commerciale vivace. Egli non cerca di ricordare i bei vecchi tempi, ma nemmeno cobattere la sensazione di essere obsoleto e inadeguato in una società moderna e in rapida evoluzione. Sapendo che non può tornare al passato, sopprime il suo dolore e vive. Tuttavia, quando una nuova generazione di facinorosi attraversa la linea, lui esplode in una furia e colpisce ancora con tutta la sua forza, difendendo non solo la propria dignità, ma la dignità di una passata generazione. Il signor Six racconta esattamente una storia come questa. "

 
 
Il Festival Internazionale del Film a Venezia ed il Premio "Leone d'oro alla carriera".
lunedì 31 agosto 2015 - 21:00

bertrand_tavernier-cinepresa

Il regista francese Bertrand Tavernier riceve il Leone d'Oro alla carriera Premio del 72 ° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (02-12 settembre 2015). La decisione è stata presa dal Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, su proposta del Direttore della Mostra del Cinema Alberto Barbera.

Nella sua raccomandazione al Consiglio di Amministrazione per il Leone d'oro alla carriera, Alberto Barbera scrive: "Tavernier è un completo, istintivamente anticonformista, autore fermamente eclettico ..."

L'importanza che attribuisce a Tavernier di fare cinema come un mestiere si fonde con due componenti: il suo amore per i film americani classici con la loro capacità di intrattenere e la sua innata passione per i temi politici e sociali.

Lavori finanziari, l'attenzione posta alla tradizione di qualità con determinate caratteristiche distintive:

-un attenzione alle fondazioni narrative solide; -una costruzione attenta dei suoi personaggi;

-un propensione all'introspezione psicologica;

-il substrato letterario ricorrente.

Questo rende i suoi film così straordinariamente personali ed originali ".

 

Tavernier è nato a Lione, quale figlio di Geneviève (nata Dumond) e René Tavernier. E' pubblicista e scrittore, da diversi anni presidente del club PEN francese. Egli dice che l'editoria del padre di una rivista diario di guerra sulla resistenza e gli aiuti agli intellettuali anti-nazisti hanno plasmato la sua visione morale come artista.

 

Tavernier condivide quel che suo padre credeva e cioè che le parole sono "così importanti e letali come i proiettili".

Tavernier voleva diventare un regista dall'età di 13 o 14 anni.

I suoi primi lavori sono stati dominata da misteri, ma il suo lavoro più recente è caratterizzato da una critica sociale più evidente, che mette in evidenza le sue idee di sinistra e presenta un quadro critico della società francese contemporanea.

Nel 1984 ha vinto il premio come miglior regista al Festival di Cannes per 'Una Domenica nel Paese' (Un dimanche à la campagne). Ha vinto quattro premi César (gli Oscar francesi).

Tavernier ha vinto l'Orso d'Argento al Festival di Berlino per il suo film d'esordio lungometraggio L'orologiaio (L'horloger de Saint-Paul, 1974), ispirato da Simenon.

Ha presentato al Festival Internazionale del Cinema di Venezia, 'Round Midnight' nel 1986 che ha vinto un Oscar per la migliore colonna sonora e una nomination come miglior attore per il sassofonista americano Dexter Gordon.

Ha vinto il BAFTA per il miglior film in una lingua diversa dall'inglese nel 1990 per 'La vita e niente altro' ed un totale di quattro César.

Ha presentato al Festival Internazionale del Cinema di Venezia il film poliziesco ' L. 627 ' nel 1992.

Nel 1995, il suo film L'appât (Fresh Bait) ha vinto il Premio Orso d'Oro al 45 ° Festival Internazionale del Cinema di Berlino.

Quattro anni più tardi, il suo film 'Ricomincia da oggi' ha vinto una Menzione d'Onore al 49 ° Festival di Berlino. Il suo film 'La Princesse de Montpensier' è in competizione per la Palma d'Oro al Festival di Cannes 2010.

 
 
Locarno Film Festival 2015: la rappresentazione della quotidianita` ed il pubblico di movie-theater e cinema
lunedì 24 agosto 2015 - 01:06

hong_song-sooHong Sang-soo e' il vincitore del "Pardo d'oro" consegnato al Festival di Locarno 2015 - Hong Sang-soo. Molti dei film di Hong hanno ricevuto il plauso della critica per il ritratto e la rappresentazione di rapporti umani di tutti i giorni del regista / sceneggiatore.

Questa caratteristica e`confermata anche in una intervista rilasciata da Hong Song-soo ad Adriano Ercolani a Locarno, dopo aver ricevuto il premio.

 

AE: "Pensi che il cinema deve mantenere e mostrare la verità, la realtà dei sentimenti umani e le connessioni, proprio come si fa con i tuoi film?"

 

H.S. : "E 'molto importante credo perché tutto quello che ci interessa e sapere sempre di più su noi stessi, sulla vita e su come passare attraverso di essa. Nessuno può davvero catturare l'essenza della vita. Nessuno può dire..." Ho trovato la essenza, la definizione di vita. "Gli esseri umani sono influenzati da tante cose che distraggono, non siamo qualificati per catturare l'essenza della vita. Tutto ciò che possiamo fare è di scoprire un po ', e poco a poco."

 

Tra i premi importanti Hong ha ricevuto il Prix "Un Certain Regard" Cannes Film Festival del 2010 per "Hahaha",  ed il Premio Pardo d'argento per la  "Migliore Regia al Locarno Film Festival del 2013 per " La nostra Suhni " ed il Premio Pardo d'Oro al Locarno International Film Festival del 2015 per "Right Now Wrong Then ".

 

Hong Sang-soo (nato il 25 ottobre 1961) è un regista e sceneggiatore.

Hong Sang-soo ha iniziato la sua carriera cinematografica a Chung-Ang University in Corea del Sud, prima di trasferirsi negli Stati Uniti dove ha ricevuto la sua laurea dalla California College of Arts and e un master alla School of Art Institute di Chicago. Hong ha fatto il suo debutto ufficiale alla regia all'età di 35 anni con "Il giorno in cui un maiale e' caduto nel pozzo" nel 1996. Lodato dalla critica della Corea del Sud per la sua originalità, il film ha ricevuto diversi premi nazionale e internazionale, di cui tre per il "Miglior regista esordiente".

 
 
Locarno 2015: "And the winners are ..."
martedì 18 agosto 2015 - 23:50

goldleopard

68th Locarno Awards 2015
e i vincitori sono ...

Nella sua storia di 67 anni, il Festival del film Locarno ha occupato una posizione unica nel panorama dei festival cinematografici più importanti. Ogni agosto, per undici giorni la cittadina svizzera-italiana di Locarno, nel cuore dell'Europa, diventa la capitale mondiale del cinema d'autore.

Ogni mese di agosto, i fan della comunità intrattenimento e cinematografici rivolgono la loro attenzione ai Locarno Awards.

Migliaia di appassionati di cinema e professionisti del settore si incontrano qui ogni estate per condividere la loro sete di nuove scoperte ed una passione per il cinema in tutta la sua diversità.
A Locarno trovano un programma di qualità, ricco, eclettico, sorprendente, dove talenti emergenti si trovano a contatto con ospiti di prestigio.

Il pubblico è l'anima del Festival, come esemplificato nelle famose serate in Piazza Grande, il cui ambiente magico è in grado di ospitare fino a 8.000 spettatori ogni sera.
Geograficamente situato in Svizzera al crocevia di tre grandi regioni europee, (italiano, tedesco e francese), Locarno è, proprio per il suo enorme e multi-culturale pubblico, una piattaforma di lancio unica per nuovi film provenienti da tutto il mondo.

"68th Locarno"
...i vincitori sono ...


PREMI INTERNAZIONALI
Miglior film:
JIGEUMEUN Matgo GEUTTAENEUN TEULLIDA (Right Now, sbagliato poi)
da HONG Sangsoo, Corea del Sud

Premio Speciale della Giuria:
TIKKUN Avishai Sivan da, Israele

Migliore regia
Andrzej Żuławski per COSMOS, Francia / Portogallo

Miglior attrice
TANAKA Sachie, KIKUCHI HAZUKI, MIHARA MAIKO, KAWAMURA RIRA
per HAPPY HOUR da Hamaguchi Ryusuke, Giappone

Miglior attore
JUNG JAE-YOUNG per JIGEUMEUN Matgo GEUTTAENEUN TEULLIDA (Giusto adesso, sbagliato poi) di HONG Sangsoo, Corea del Sud

Menzione Speciale
Per la sceneggiatura di HAPPY HOUR da Hamaguchi Ryusuke, Giappone
Per la Fotografia di Shai Goldman per TIKKUN Avishai Sivan da, Israele

Premio Variety Piazza Grande
LA BELLE SAISON di Catherine Corsini, Francia


Premio del Pubblico UBS
DER STAAT Gegen FRITZ BAUER da Lars Kraume, Germania


 

CINEASTI DEL PREMIO PRESENTE

Nescens Award per la migliore opera prima
Thithi per Raam Reddy, India / Stati Uniti / Canada

Premio Speciale della Giuria
DEAD SLOW AVANTI da Mauro Herce, Spagna / Francia

Premio per il miglior regista emergente
LU BIAN YE CAN (Kaili Blues) di BI Gan, Cina

Swatch Art Peace Hotel Award
SINA ATAEIAN DENA per MA DAR Behesht (Paradiso), l'Iran / Gemania

Menzioni speciali
LU BIAN YE CAN (Kaili Blues) di BI Gan, Cina
KIEV / MOSCA. PARTE 1 da Elena Khoreva, Russia / Estonia / Ucraina


LEOPARDI DI DOMANI
Piccolo Pardo d'Oro per il miglior Cortometraggio
MAMA da Davit Pirtskhalava, Georgia


Piccolo Pardo d'Argento per il miglior Cortometraggio
LA impresión DE UNA GUERRA di Camilo Restrepo, Francia / Colombia

Locarno Nomination per gli European Film Awards
FILS DU LOUP da Lola Quivoron, Francia

Sottotitoli di Film e Video

MAMA da Davit Pirtskhalava, Georgia

 
 
Il concorso per gli Oscar 2016 è già iniziato ?
lunedì 03 agosto 2015 - 01:12

son_of_saul

L'Ungheria ha scelto Laszlo Nemes '"figlio di Saul," che ha vinto il Grand Prix al Festival di Cannes, come il suo ingresso ufficiale nella lingua straniera categoria film degli Academy Awards. Si crede di essere il primo paese per selezionare la sua pellicola di competere agli Oscar.

Figlio di Saul (ungherese: FIA Saul) è un film drammatico diretto da 2.015 ungherese László Nemes. E 'stato proiettato al Festival di Cannes 2015, dove ha vinto il Gran Premio. A Cannes, il film ha vinto anche il premio della critica internazionale organizzazione Fipresci, il Premio François Chalais, e il Vulcain Premio per il miglior suono.

Il film, che è girato in lingua ungherese, yiddish, tedesco, russo e polacco, è stato sostenuto dal National Film Fund ungherese.

E 'stato anche selezionato per essere mostrato nella sezione Special Presentations del 2015 Toronto International Film Festival-

Il film, che è girato in lingua ungherese, yiddish, tedesco, russo e polacco, è stato sostenuto dal National Film Fund ungherese.

 

Saul fia è un film del 2015 diretto da László Nemes. Ha partecipato in concorso al Festival di Cannes 2015, dove ha vinto il Grand Prix Speciale della Giuria.

Saul Ausländer è un membro ungherese del Sonderkommando, il gruppo di prigionieri ebrei isolati dal campo e costretto ad assistere i nazisti nella loro opera di sterminio su larga scala. Mentre lavorava in uno dei forni crematori, Saul scopre il cadavere di un ragazzo che prende per suo figlio. Egli quindi trova sopravvivenza morale cercando di salvare il corpo del ragazzo dalle fiamme per dargli una degna sepoltura.

 
 
Possono i film prendere spunto dalla realtà ed essere più interessanti ?
giovedì 30 luglio 2015 - 00:59

lowen72festivavenezia

La 72. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica è organizzata dalla Biennale di Venezia e si terrà al Lido di Venezia dal 2 al 12 settembre 2015. La Mostra è riconosciuta ufficialmente dalla FIAPF (Federazione Internazionale delle Associazioni di Produttori Cinematografici).


La Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica è il festival che si svolge annualmente a Venezia (solitamente tra la fine del mese di agosto e l'inizio di settembre), nello storico Palazzo del Cinema, sul Lungomare Marconi, al Lido di Venezia. È il festival cinematografico più antico del mondo, la prima edizione si tenne infatti tra il 6 e il 21 agosto 1932, tuttavia all'Academy Award, comunemente conosciuto come Oscar, spetta il primato per il premio cinematografico assegnato da più tempo: la cerimonia di premiazione si svolge in serata unica dal 1929.


"La Mostra vuole favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme di arte, di spettacolo e di industria, in uno spirito di libertà e di dialogo. Oltre alle sezioni competitive, la Mostra organizza retrospettive e omaggi a personalità di rilievo, come contributo a una migliore conoscenza della storia del cinema." * ( dal sito Festival del Cinema di Venezia )

 

Venezia 72

I partecipanti al "Concorso internazionale di lungometraggi in prima mondiale" sono :

 

EMIN ALPER - ABLUKA (FRENZY)
Turchia, Francia, Qatar, 114'
Mehmet Özgür, Berkay Ates

LAURIE ANDERSON - HEART OF A DOG
Usa, 75'
Laurie Anderson

MARCO BELLOCCHIO - SANGUE DEL MIO SANGUE
Italia, Francia, Svizzera, 106'
Roberto Herlitzka, Pier Giorgio Bellocchio, Lydiya Liberman, Fausto Russo Alesi, Alba Rohrwacher, Federica Fracassi, Filippo Timi

SUE BROOKS - LOOKING FOR GRACE
Australia, 97'
Richard Roxburgh, Radha Mitchell, Odessa Young, Terry Norris, Harry Richardson

DRAKE DOREMUS - EQUALS
Usa, 101'
Kristen Stewart, Nicholas Hoult, Guy Pearce, Jacki Weaver

ATOM EGOYAN - REMEMBER
Canada, Germania, 95'
Christopher Plummer, Martin Landau, Dean Norris, Bruno Ganz, Jürgen Prochnow, Heinz Lieven

CARY FUKUNAGA - BEASTS OF NO NATION
Usa, 133'
Idris Elba

GIUSEPPE M. GAUDINO - PER AMOR VOSTRO
Italia, Francia, 110'
Valeria Golino, Massimiliano Gallo, Adriano Giannini

XAVIER GIANNOLI - MARGUERITE
Francia, Repubblica Ceca, Belgio, 127'
Catherine Frot, André Marcon, Michel Fau, Christa Théret, Denis Mpunga, Sylvain Dieuaide

AMOS GITAI - RABIN, THE LAST DAY
Israele, Francia, 153'
Ischac Hiskiya, Pini Mitelman, Michael Warshaviak, Einat Weizman, Rotem Keinan, Yogev Yefet, Yael Abecassis

 

 

 

 

 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10 ...
PDF